domenica 25 marzo 2007

Cosciotti di pollo alla Trasteverina







E' il 21 Marzo 2007. Dopo i saluti accorati con mamma, papà e il fido Mirko, prendo l'aereo che mi porterà in Australia. Ad esattamnete 4 ore di volo, arriva il menu della Thai.
Un'esaltazione di riso, soriso, me viè da ride, tutti cibi speziati, cucina thailandese (ovvio), carni e vegetali a pioggia. Ma ad un certo punto, arriva la vera novità culinaria dell'anno, un esempio supremo di alta cucina (se non altro perché eravamo a 37.000 piedi): I cosciotti di pollo alla trasteverina. Sconcertato ma divertito, gentilmente, mi sono chiesto:"Macheccazzonesannoithailandesideicosciottidipolloallatrasteverina"? E soprattutto, esiste una salsa trasteverina? Che è? Com'è fatta? La loro internazionale interpretazione è stata una salsetta marronognola, cremosa per non dire languida, dal sapore buono però (la fame è sempre il miglior condimento...). Cmq, in volo ho mangiato altre 4 volte, mi sono fermato due ore a Bangkok, il tempo di rifare la salsetta cremosa io, e via alla volta di Sydney! In 20 ore di volo ho visto due volte l'alba e due volte il tramonto, mi sono addirittura chiesto se stessi andando in paradiso. Sta di fatto che sono riuscito a vedere qualcosa di meraviglioso, ovvero la linea che divide la notte dal giorno. E' stata una vera emozione. Ho fatto anche delle foto, spero rendano.
Arrivo a Sydney alle ore 9.15 pm, ora locale. Fa un caldo bestiale, umidità da schiumetta nel cavallo dei jeans, ma tutto ok. Mi accoglie a braccia aperte la mia amica Karolina, detta Kinna. Saluti, abbracci e sono a casa. Un bell'appartamentino da dividere in sei: 3 italiani e 2 coreani scoreggioni (uno mi si è presentato e mentre mi stringeva la mano gli è scoppiato un peto, sembrava uno di quegli orsetti della GIG che se pigi il pancino fanno qualcosa, e questo l'ha fatta! Incredibile amici!). Cmq, mi butto a letto, dormo fino al pomeriggio seguente e scopro che casa ha un ampio giardino con piscina. Niente niente male. Durante la mia prima sera a Sydney ho già imparato una cosa. La calma. E' una megalopoli calma. E per ora trasmette energia positiva. Take it easy mate! ;-)

5 commenti:

Bea ha detto...

hai già fatto la pasta allardata con la pancetta di canguro?????

Bea ha detto...

bello il terrazzo!!!

Pina ha detto...

Scrivo con l'account di mamma, ma sono papà.
Bellissima la foto della linea alba/tramonto, e quelle della casa. Ci siamo divertiti tanto leggendo il tuo primo capitolo del blog.
Hai già fatto il bagno nella piscina che si vede da google heart ??. Non credevo che Sidney si sviluppasse all'interno di una così grande insenatura. Salutami tantissimo la tua amica Karolina confermandogli che, se passa per Roma, dovrà fare tappa forzata da noi.

veronica ha detto...

Ebbene sì: sto ridendo come una pazza mentre leggo le tue avventure...sempre il solito!! mi fai morire..A proposito, ho visto esattamente dove vivi, bel palazzo, splendida piscina, e poi...all'angolo col quartiere spanish.Ha ragione il daddy: la foto della linea alba/tramonto è stupenda, ti credo che ti sei emozionato! Non sai quanta voglia ho anche io di partire..come ti dicevo, ci penso sempre più seriamente..

Silvia ha detto...

Mamma mia, il SisoDiario è come prometteva...straordinario ed esilarante...sono passati pochi giorni e sono già pazza per l'Australia...nonostante gli evidenti problemi di meteorismo intestinale dei coreani...non vedo l'ora di leggere le nuove avventura...
...p.s. Simo' scippate subito il copyright della salsa trasteverina!!