lunedì 13 agosto 2007

Mi sono innamorato


Ne sono certo è amore.

All'inizio credevo fosse una forte infatuazione, una grande sbandata, una cotta. Ma la cosa andava avanti, giorno dopo giorno, in un costante e sorprendente crescendo, un climax che la razionalità non è risucita a disinnescare. E sono arrivato a doverlo ammettere, non potevo più mentire a me stesso.

Dopo nove mesi che la cosa va avanti posso finalmente dire che è amore. Mi sento come se fosse la prima volta e mi sento di doverlo urlare al mondo. Ho perso completamente la ragione.

Lei è bella, bellissima. Una bellezza semplice, naturale, vera.

E' spontanea e piena di vita.

E' incredibilmente positiva, a volte anche troppo, ma è questo che la rende grande. Probabilmente è perchè è così giovane, di gran lunga più giovane del mio precedente amore. E si sa, quando si è giovani spesso si è un pò immaturi.

Ha avuto una vita apparentemente facile, ma ha lottato in un contesto ostile e le diverse espressioni della sua anima hanno combattuto al suo interno. Ha investito tempo, energie, fatica e cuore per definire la sua personalità, la sua identità. Che senza accorgersene in parte ha già trovato, ma che non ha ancora conquistato completamente. O forse dovrei dire non coscientemente. Non si sente ancora all'altezza delle sue amiche, ma secondo me non ha da invidiare nulla a nessuno.

Va d'accordo con tutti, viaggia molto, e vive con persone da ogni parte del mondo. E vivono in vera armonia. Anche sua sorella americana ha una casa molto simile, ma le persone che vi abitano convivono senza davvero vivere assieme. Lei invece accetta le diversità di tutti, le stempera, è necessario per vivere assieme, ma non le reprime. Al contrario, esalta quelle che sono le diversità che possono coesistere, quelle che generano curiosità ed interesse e non quelle che creano lontananza e rivalità. E credetemi fare tutto ciò è davvero difficile, e lei ci riesce meglio di chiunque altra.

E' onesta, chiara, trasparente. Mi sorprende la sua umiltà e la sua capacità di essere autocritica. E non si tratta solo di una posa: se riconosce di aver sbagliato in qualcosa, cambia davvero. Ad esempio è sorprendente il suo impegno nella lotta per la riduzione del consumo energetico e per la cura dell'ambiente (domenica scorsa siamo andati ad un evento di cui la mia agenzia ha curato la comunicazione, il National Tree Day. Migliaia di persone impegnate per un giorno a piantare alberi in tutta l'Australia...).

E' una grande amica. Non riesco a credere come l'altra sua sorella, inglese, riesca invece ad essere così fredda ed individualista. Ma lei è diversa: sarà forse il sole che la scalda a darle quel tocco di mediterraneità, quell'apertura che la rende così familliare ai miei occhi.

Molti non sono d'accordo con quello che penso di lei. Ma si sa...al cuor non si comanda. Anche se riconosco che, ovviamente, ha i suoi difetti.

Talvolta è superficiale, ma come ho già detto, spesso lo si è quando si è giovani ed un pò immaturi.

Molti dicono che non ha cultura e forse il suo passato non ne è ricco. Ma il suo presente lo è di sicuro.

Beve. Eh sì, purtroppo beve e parecchio. Lo fa con gli amici: è un rituale sociale. Ma quando è alticcia non è mai molesta. Diventa ancora più allegra ed amichevole, ed allora ti rendi conto che la sua natura è davvero genuina (in vino veritas...).

Ma la cosa più importante è come mi fa sentire. Con lei sono sereno, come non lo sono mai stato. Mi ha insegnato un gioco: ci mettiamo con la testa sottosopra e guardiamo il mondo da una diversa prospettiva. Beh...funziona. Ora vedo le cose con più chiarezza, capisco quali sono i miei obiettivi e cosa ancora più importante, lei mi dà la possibilità e le energie per realizzarli. Non mi blocca con falsi problemi e preoccupazioni di una claustrofobica socialità di cui pensavo di non essere vittima. Al contrario, mi spinge sempre a guardarmi dentro e a realizzare i miei sogni. Per grandi o piccoli che siano. E concentrandomi su ciò che per me è davvero importante, riesco anche a dedicarmi meglio alle persone che mi sono vicine.

La adoro anche adesso, quando si veste d'inverno e la sua irruenta vitalità sfuma in una leggera rilassatezza che fa presagire una nuova imminente esplosione di energia.

I miei genitori ed i miei amici sono gelosi di lei. Non posso biasimarli, lei mi assorbe completamente e sono con lei costantemente, ad eccezione dei pochi momenti che le rubo per una telefonata o lettere come questa. Vorrei passare molto più tempo con loro, ma per il momento sto costruendo il mio futuro con lei. Non so se e per quanto durerà, credo che in amore non si possa mai dire. Le cose possono durare per sempre o cambiare da un momento all'altro inaspettatamente. Ma non mi importa, perchè finalmente riesco a vivere a pieno il mio presente.

Ah, quasi dimenticavo... ha anche un bel nome...femminile... pensate se me ne andavo in un paese con un nome tipo...CONGO...

Un abbraccio vero (nonostante tutto questo sappiate che mi mancate tutti e pure parecchio...)

Fra

-

Questa lettera l'ha scritta il Solfrins, a proposito della sua nuova donna.
Ho deciso di pubblicarla sul mio blog perche' e' come se l'avessi scritta io. Avrei usato le stesse precise parole per descrivere quello che provo per lei. Eh gia', ne sono innamorato anche io. Io e il Solfrins amiamo la stessa donna. E lei ci ama a sua volta. No, non e' strano, e' la realta'.
Perche' lei "Ama tutti senza tradire nessuno". Ma come chi e'? E lei, l'Australia! :-)))


1 commento:

Pina ha detto...

Ciao Siso,
sono rientrata a Roma.
Non vedevo l'ora di riappiccicarmi a questo video per leggere il blog.
Anche se tu sei ancora in vacanza, e non puoi leggermi,sento il desiderio di scrivere, strana sensazione... è come se mi sentissi più vicina.
E poi ... come potevo non complimentarmi per questa bellissima lettera d'amore verso la giovane "puledra" scritta da Francesco.
Ciao Solfrin sei bravissimo !!!.
E anche se trascuri un po' più la tua famiglia, SONO SICURA CHE I TUOI GENITORI SONO ORGOGLIOSI DI AVERE TE COME FIGLIO. COSI' COME LO SIAMO NOI DI SISO.
CIAO!
CON AMORE DI MAMMA