lunedì 22 ottobre 2007

Quiete

Questa settimana non e' successo granche'. Ecco perche' non ho scritto.
Situazione di calma. Sydney procede tranquilla, so do I.
La mattina mi sto alzando presto per correre un'oretta prima di andare a lavoro. Il tempo e' ogni giorno piu' bello, e gia' alle 7 di mattina fa caldo. La vista dal parco dove corro e' cio' che mi fa spalancare gli occhi ancora un po' assonnati. Poi vado a lavoro, bello tonico e abbronzatino. Situazione tranquilla anche in agenzia. La sera esco, mi crogiolo tra i fornelli, se mi va vado fuori per una passeggiata (che arietta pre-estiva che tira...), altrimenti guardo il magnifico tramonto dal terrazzo, libro, dvd, telefonatina o chattatina su msn e poi a sleep. Mi sto rilassando e godendo al massimo questo stile di vita. E che vita. Sempre in infradito, o scalzo. Calzoncini corti, havajanas e magliettina anche in agenzia. Che pace dello spirito. Riesco a fare tutto, lo stesso che facevo a Roma, anzi credo anche di piu', ma con una tranquillita' e una calma interiore degne del piccolo buddha. Dicono che Sydney sia la citta' "easy-busy". Impegnata, sicuramente e molto. Eppure con un approccio alla vita e al lavoro che permette alle persone di risolvere ogni problema sul nascere, non lasciando che si ingrandisca o che si accumuli ad altri. Questo e' il segreto. Ben intesi, non si tratta di prendere le cose alla leggera, qui non accade mai. Le cose vengono prese come vanno prese e risolte subito. E subito si passa al nuovo problema, se c'e'. Perche' quando sei sereno e risolvi le cose come ti arrivano, i problemi svaniscono esponenzialmente. Ebbene si, si puo' essere "busy in the easy way". Quale miglior soluzione per una metropoli contemporanea. Presto scrivero' un post solo su Sydney, ed anche su Melbourne. Non comparadole, ma accettandone le differenze e le particolarita'. Sono due citta' prototipi delle metropoli del futuro a mio avviso, ma ognuna ha il suo modo di interpretarsi.

Sydney si sta preparnado all'estate adesso. E' la quiete prima della tempesta, di sole. Sono cosi' curioso di vedere e vivere l'estate australiana. Ne parlano tutti come di un'esplosione. Sento un forte senso d'estate dentro di me, quel giallo splendente che mi fa alzare col sorriso ogni mattina. Direi anche che era ora, dopo due inverni di seguito.
Eppure qualche volta, cosi', improvvisamente, arriva una ventata di frescolino. Arriva quel pensiero d'autunno. Di castagne, dei morbidi aranciati colori d'ottobre. Arriva l'odore di camini e di legna ad ardere. Arriva il focolare e un bicchiere di buon rosso a lubrificare le divertite chiacchiere di noi amici davanti al camino in cucina a Perty. Arriva quella valle circondata di monti punteggiati di foglie come su tele di Seurat. Arriva l'odore del caffe' quando sei ancora sotto le coperte, e il resto della stanza e' gelida e se tiri fuori un braccio senti che il freddo pizzica di mattina d'inverno. Arriva quel soave ribollire del sughetto per il pranzo.
Sono istanti che giocano con la mia mente. Avvengono, cosi', all'improvviso, non posso farci nulla, non scelgo di pensarci. E quando arrivano, lascio che entrino, che mi emozionino, li lascio vivere in me, finche' una stanga in due pezzi non mi riporta di nuovo a questa parte del mondo. Ed e' estate di nuovo. E lo sara' ancora per un bel po'.

Cmq, tra le notizie piu' rilevanti del periodo:

(1)
In un'ora e mezza di dibattito televisivo, ieri sera Kevin Rudd (sfidante) e John Howard (primo mistro australiano, non so ancora il perche' ma deriso da tutti dall'epoca del suo primo mandato nel '96) hanno illustrato agli australiani i loro piani per i prossimi tre anni di governo se saranno eletti alla guida del Paese. Ecco, una noia letale. Mi sono addormentato che neanche avevano acceso i microfoni.

(2)
E' partita Isabella. La nostra amica bisteccona di Firenze. Oggi torna definitivamente in Italia, dopo un anno qui. Sabato l'abbiamo salutata al piu' classico dei classici barbie a Bondi, il 'farewell bbq'.
Isabeauty
, come l'ho sempre chiamata, e' una gran bella figliuola. Ha 25 anni ed e' una planner. Nel senso che ha lavorato sempre come planner strategico, sia in Italia, che qui in George Patterson Y&R. Se qualche agenzia avesse bisogno di una giovane planner e qualche boss stesse per caso leggendo queste righe, io dico 'prendetela'. Ma prendetela per ROMA, non per milano.

(3)
Ho finito di pagare le rate del conto del ristorante "Da Baffone", altrimenti noto come "Trattoria da Arsenio" dove, in codesto stesso periodo, ci recammo per quello che doveva essere un pranzo frugale da 10 euro in dicesi "fraschetta" nei pressi di Nemi. Fummo depredati di ben 38 Euro a testa per 4 funghi al gratin. Oggi la banca mi ha chiamato dicendo che il debito e' estinto. Grazie. Ecco forse perche' oggi avevo quei 'ricordi autunnali' cosi' intensi. A pensarci bene, sopra non avevo nominato l'odore tipico dei funghi. :)

14 commenti:

alemarty79 ha detto...

ciao Siso, ecco qui a scriverti la tua scatenata fan. Purtroppo sono ancora malata, ho una salute piuttosto cagionevole ultimamente, forse ciò è dovuto anche alla rigidità del clima circostante.. Ergo, goditi il tepore estivo, tu che puoi!

Baciotti

p.s. sai per caso come si intitola la canzone di quel bellissimo spot che pubblicasti qualche tempo fa?? Mi piacerebbe ritrovarla in qualche modo...

:-)

Emanuele ha detto...

BAFFONE LADRONE !!!
Cmq qua fa una freddo tremendo.
Ah... a Perty nevica !!!

Ciao Siso

Manu

francesca ha detto...

QUI è UN GELO TOTALE...io con il Woolrich e te cn le infradito,NN è GIUSTO!tvtb Francy

alemarty79 ha detto...

Ok, ho la risposta alla mia domanda....

"Music box" di Regina Spektor

" Life inside the music box ain't easy
The malots hit the gears are always turning
And everyone inside the mechanism
Is yearning
To get out
And sing another melody completely
So different from the one they're always singing
I close my eyes and think that i have found me
But then i feel mortality sorround
I want to sing another melody
So different from the one i always sing
But when i do the dishes
I run the water very very very hot
And then i fill the sink to the top with bubbles of soap
And then i set all the bottle caps i own afloat
And it's the greatest voyage in the history of plastic
And then i slip my hands in and start to make waves
And then i dip my tongue in a take a taste
It tastes like soap but it doesn't realy taste like soap
And then i lower in my whole mouth and take a gulp
...and start to feel mortality sorround me
I close my eyes and think that i have found me
But life inside the music box ain't easy
The malots hit the gears are always turning
And every one inside the mechanism
Is yearning to get out..."

Bye!
:-)

Anonimo ha detto...

una curiosita': come funziona il rapporto di lavoro in australia, dovrai tornare dopo 6 mesi o se lavori puoi continuare a stare?

grazie e complimenti x il blog molto divertente e ben scritto

L'AustraloSisotto ha detto...

X ALE
grazie per la canzone, non sapevo di chi fosse. Ma quanto e' bella??? Regina Spektor poi, che nome avvampante. So tutto 'nfremito.
Cmq, ho letto della tua trasferta birminghamese... niente niente male, 'scommetto' che ti sei divertita... hahaha

X MANU e FRA
Ma che veramente a Perty c'e' la neve? Noooooooooooooo! Troppo bello. La neve, quant'era che non sentivo questa parola... sciate sullo strega anche per me!
Baciotto a tutti e due. :)

X ANONIMO
Grazie per l'apprezzamento sul blog. Per quanto riguarda il lavoro in Australia, il permesso varia a seconda della Visa con cui vieni.
Tutti i ragazzi, incluso me, vengono col 'Working-Holiday' Visa. E' il visto che ti permette di stare e lavorare in Australia per un anno. L'unico 'limite' e' che non puoi lavorare per piu' di sei mesi con lo stesso datore di lavoro. Fatti sei mesi, o ti sponsorizza presso il governo (allungando il tuo permesso a 4 anni) o ti cerchi un altro lavoro. Easy! ;)

alemarty79 ha detto...

Eh si', per me che ho la bronchite poi il nome (e)Spektor e' proprio tutto un programma...

:-)))

cianky ha detto...

Ciao Simone, o meglio piccolo buddha :) Vedo che la vita procede sempre alla grande! bene bene... Volevo chiederti una cortesia, hai per caso delle info su byron bay? Sai, gli amici che devo raggiungere sono la, però da quel che ho letto sembrerebbe più un posto di sola festa, poca sostanza insomma! Magari se conosci qualcuno con esperienza diretta per sapere un po com'è vivere la! E te invece? A gennaio ti troverò ancora?

L'AustraloSisotto ha detto...

Ale ma che veramente hai la bronchite?
Allora vatti a divertire su questo sito: www.battleforthebronchs.com.au

L'ha realizzato da poco la mia agenzia (o meglio 'Tequila', l'agenzia di below the line di tbwa).
Bella idea secondo me. :)

Un grosso saluto sempre alla Marty mi raccomando.

L'AustraloSisotto ha detto...

Cianky come stai? Era un po' che non ti si vedeva in giro. Cmq, A Byron Bay ci sono stato ed e' un posto incantevole. Non volevo piu' tornare a Sydney. E' un villaggetto sul mare pieno di cafe', negozietti, chicche di ogni genere. Mi ha ricordato molto lo stile di 'Calcata', che tu non conosci mi sa. Villaggio di artisti, bohemien, liberta', anni 70', peace&love, canne a pioggia. Insomma, posto fricchettone per antonomasia Byron Bay. E' il baluardo mondiale della cultura Hyppie. Sicuramente piu' da villeggiatura che da lavoro. Anche perche' o lavori in un bar o in un negozio, o fai il naturopata, o parli agli uccelli e ti pagano, o sei rabdomante, o vendi fumo o te lo fumi, o sei miliardario e hai la villa spettacolare in riva al mare. Questi sono i mestieri piu' in voga a Byron. Oltre ovviamente a fare il Surfista. Se vivi solo facendo Surf, quello e' il posto per te. Tra l'altro c'e' una comunita' di ragazzi italiani li'. Sono ragazzi e ragazze, 15 in tutto, che vivono li' da circa 4 anni e danno la vera vita al paesotto. Feste, festini, festoni. Li ho conosciuti, se vuoi ti do i contatti. Riassumendo, a Byron e' piu' da divertimento sicuramente. Nulla vieta pero' di provare a trovare un lavoro e restare per un po'. Puoi coltivare patate, fagioli, pisssselli...a me fascio! a me fascio! A zoccole', io nun so comunista cosi...SO COMUNISTA COSIIIIIIIIIIIIIII'!

Quanto a me, aho prima 'anonimo', mo' te, ma che me state a fa le macumbe pe' famme torna' prima? M'annatevene mpo' a Byron Bay! :)))

alemarty79 ha detto...

Sisooo! Sto malissimo!!! E non ho neanche trovato (e)spektor in farmacia... :-(((
Scherzi a parte, pure oggi mi tocca stare rintanata in casa, dopo la parentesi lavorativa di ieri e in attesa di mettermi in viaggio nella giornata di domani...

Qui solo la marty sta benissimo. ha proprio trovato il suo ambiente... E adesso che anche l'alimentazione in parte è cambiata (sai,no, bad weather, worse food - o era il contrario? beh, cambia poco) lei ci ha proprio preso gusto... Le dico sempre di cercare di "ridimensionarsi"... :-)))

Ok, vado a vedere il sito... non so perchè ma mi sento molto partecipe alla cosa!

Hear you later
Bye!

cianky ha detto...

Aho Siso ma quanto me fai scompiscià!!! :))) Qua tutto bene grazie, diciamo che sto facendomi assorbire da questi ultimi mesi in Italia, tra lo studio di inglese e tutto il resto, il tempo passa e nemmeno mi accorgo che arriverà il momento di partire.... Per fortuna!!! Hai ragione, il posto (Calcata) non lo conosco, però è proprio come pensavo, festoni a manetta e via nel villaggio peace and love... Vediamo cosa mi riserverà il futuro!!
Grazie infinite delle info!!

PS: non te faccio le macumbe per farte andà via prima! solo sapere se ti troverò ancora più o meno verso quel periodo(fine gennaio, ricordi?? na birretta????)!!

ciao Sisoooo!!!!
e buona continuazione!!!!

cianky ha detto...

Che pirla! mi sono dimenticato di chiederti i contatti dei tipi di Byron Bay, il che non fa mai male!!!
Magari mi spedisci una mail!!

Grazie!!!

A presto!!!

L'AustraloSisotto ha detto...

Hey ovviamente scherzavo con le macumbe! Cmq appena posso ti mando una mail e ti do le info per Byron...preparati bene per questo viaggio, sara' indimenticabile. :)))
E puo' essere che a gennaio ci incontriamo...why not mate?
Ciao!